SIMONA ATZORI a Medicina

 

atzori

Nella serata di sabato 5 dicembre 2015  l’Associazione Germoglio ha organizzato
un incontro con Simona Atzori presso la Sala del Suffragio di Medicina.

Non è stata solo una serata di danza.

Non è stata solo la presentazione di un libro che l’associazione ha donato alla biblioteca comunale nell’ambito del Progetto “Un libro per
ogni stagione – la differenza non è sottrazione” con il quale da
alcuni anni dona periodicamente libri sulla disabilità, la diversità
ed il rispetto della dignità di ogni persona.
Per noi è stato molto di più, a partire dall’affluenza di tante
persone, circa 180, che hanno gremito la Sala e di quelle che
purtroppo non abbiamo potuto accogliere per esaurimento dei posti.

E’ stato un vero incontro, fatto di gesti, di sguardi, di sorrisi e di
parole che hanno la capacità di toccare il cuore.
Molti di noi non hanno potuto trattenere l’emozione e ci siamo resi
conto che Simona Atzori è riduttivo definirla ballerina o pittrice,
lei è molto di più.

E’ una persona di grande fascino che sa raccontarsi, senza eccessiva
enfasi e senza falsa modestia, è sincera, comunicativa e molto
“accessibile” riuscendo a raccontare cose davvero eccezionali con
grande semplicità senza ridurne il valore ma anzi dando loro il giusto
valore e importanza.

Siamo rimasti rapiti dalle sue parole e dal messaggio di grande forza
che ha voluto lasciarci rispondendo alle domande che i partecipanti le
hanno fatto pervenire tramite biglietti che lei ha letto ad alta voce
rispondendo in maniera approfondita ed esauriente.
Non volevamo soffermarci solo sui dati anagrafici o sulla sua storia,
o su tutto quello che ha realizzato fino ad oggi, non nonostante, ma
soprattutto, grazie al fatto di non avere le braccia.
Ci sono esempi concreti di come ciò che sembra sogno diventa realtà e
la stessa Simona, che ne è prova, ha invitato la platea a continuare a
sognare !
Non siamo riusciti a sottoporle tutte le domande che erano state
preparate e saremmo rimasti in sua compagnia ancora a lungo…

Un messaggio che abbiamo ricevuto da un partecipante, che riassume
bene le emozioni di questo incontro è stato:
“Il libro è bello, la storia è bellissima, ma sentirla parlare ….ti
fa innamorare senza scampo” .

Abbiamo ricevuto davvero un bel regalo e speriamo di averlo fatto a
tutti coloro che hanno aderito al nostro invito.
Grazie di cuore a tutti coloro che ci hanno aiutato rendendo possibile
realizzare tutto questo.

P.Cesari

atzori5atzori8

atzori6DSCN5112

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *